Laboratorio 2017 a cura di Michele Riondino con la collaborazione di Fabrizio Deriu

lab-gifuni-Foto-Nanni-Angeli1
Laboratorio 2015 a cura di Fabrizio Gifuni
21 ottobre 2015

Laboratorio 2017 a cura di Michele Riondino con la collaborazione di Fabrizio Deriu

Fortezza I Colmi - La valigia dell'attore 2008 - Foto di G. Dedola

Valigialab 2017

Laboratorio residenziale di alta formazione sulle tecniche di recitazione
condotto da Michele Riondino con la collaborazione di Fabrizio Deriu

LA MADDALENA DAL 18 AL 24 LUGLIO E DAL 25 AL 30 LUGLIO

Lo stato degli Hamblin

Nel corso della mia crescita artistica e professionale ho sempre trovato estremamente interessante il concetto di segretezza in relazione ai personaggi e al contesto in cui agiscono. Ovviamente questi segreti non possono essere tali per gli attori che devono vestire i panni degli uomini e delle donne che si decide di mettere in scena.
Lo spettatore è sicuramente più attento e partecipe se dietro le azioni e le battute di un personaggio si è capaci di intuirne una emotività mal celata, mal gestita. Dietro un bacio o uno schiaffo può e deve esserci molto di più che i classici sentimenti universali come l’amore e l’odio. Se il testo non offre altre motivazioni oltre i più semplici motivi drammaturgici, allora bisogna inventarsi qualcosa per rendere quel bacio e quello schiaffo azioni inevitabili.
Per questo studio ho deciso di usare un testo di drammaturgia contemporanea, scritto da Marco Andreoli, il quale è stato oggetto di studio e di ricerca per la mia compagnia, il circo Bordeaux, nel 2002-03. Tale studio era incentrato proprio sulla forza comunicativa del mistero e della tutela della segretezza di un evento drammatico da parte di una comunità di provincia e il testo nato da quello studio contiene all’interno della sua storia proprio un segreto inconfessabile. Tutti i personaggi ne sono a conoscenza, solo lo spettatore non saprà mai con certezza cosa è realmente accaduto e soprattutto perché alcuni personaggi vivono le conseguenze di questo segreto in apertura e altri invece in totale chiusura. Le scene offrono dialoghi serrati e brevi monologhi, l’invito che rivolgerò a tutti i partecipanti sarà quello di mandare a memoria una o più scene. Dato il numero consistente di personaggi attivi in scena si cercherà di lavorare contemporaneamente con più attori. La dinamica del lavoro riprodurrà più una sessione di prove che una lezione didattica. Ogni partecipante sarà invitato a portare uno o più capi di abbigliamento che possano ricordare lo stile americano degli anni 50, 60. 

Michele Riondino

coverlg_home
Fortezza I Colmi - La valigia dell'attore 2008 - Foto di G. Dedola
contatore utenti connessi